dom

21

gen

2018

III domenica dopo l'Epifania

E’ bello che la liturgia ambrosiana in questa domenica dell’anno B, subito dopo Cana ci presenti il segno del pane condiviso. E, nel vangelo di Marco, viene anche detto che li fa disporre a gruppi, come a dire che è importante stare insieme a mensa, conoscersi, stabilire una relazione, per cui la condivisione diventa totale. Il Signore si preoccupa del necessario e del ‘di più’, perché il ‘di più’ dà quel colore, quel senso della vita che non deve essere spenta o trascinata, ma viva.

leggi di più

dom

14

gen

2018

II domenica dopo l'Epifania

Giovanni ci informa che questo, alle nozze di Cana, “fu l’inizio dei segni compiuti da Gesù” .Quello che conta non è tanto l’aspetto prodigioso dell’avvenimento quanto, appunto perché ’segno’Tutto avviene nella normalità della gente comune, nella semplicità degli eventi che sono tutti straordinari se diventano inizio di una trasformazione, di un nuovo modo di vedere la vita. Gesù ce lo dice subito, all’inizio del suo camminare fra e con noi. Anche ora.

leggi di più

lun

08

gen

2018

LUIGINO BRUNI: le parole per ricominciare

Le Acli provinciali di Lecco, organizzano martedì 16 gennaio 2018, alle ore 21.00, presso il Cineteatro Palladium di Lecco l'incontro dal titolo "Economia, lavoro, merito incentivi, dono, creatività, innovazione, giovani. Le parole per ricominciare. Per un nuovo abbecedario della vita civile."

leggi di più

dom

07

gen

2018

BATTESIMO DEL SIGNORE

Dice Marco: “Gesù venne da Nazareth di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni”.Confuso tra la gente Gesù compie non solo con tutti, ma ‘come’ tutti, senza distinguersi, il gesto di purificazione compiuto da Giovanni.A nostra volta dobbiamo fare ‘come’ Gesù:oltre tutto, i cristiani sono favoriti da un Battesimo nello Spirito Santo, cioè da un’immersione nella vita di Dio, che è amore appassionato, che è tenerezza infinita.

leggi di più

lun

25

dic

2017

NATALE DEL SIGNORE

 “nascita”: il Natale è una nascita, è la memoria di una nascita; e una nascita è un ‘venire alla luce’; se poi ci riferiamo alla nascita di Gesù, dovremmo sottolineare fortemente che è una nascita per una salvezza, una liberazione, una novità di vita, che è speranza, che è promessa

leggi di più

dom

24

dic

2017

Domenica prenatalizia

E’ una domenica un po’ particolare questa, perché cade il giorno della Vigilia.Anche perché ci troviamo dinanzi all’inizio del vangelo di Matteo, con tutto l’elenco genealogico di Gesù.La genealogia culmina con la figura di Maria, questa umile, sconosciuta ragazza galilea di Nazareth, che si troverà di fronte al mistero di Dio che in lei si farà uomo. Questo brano ci fa  pensare che anche noi apparteniamo ad una storia non settoriale, ma dell’umanità intera, dove ciascuno ha un posto preciso nel tempo e nello spazio

leggi di più

dom

17

dic

2017

VI domenica Avvento

La nota dominante di questa domenica, detta dell’Incarnazione, è la gioia. “Siate lieti; ve lo ripeto: siate lieti”  continua a sottolineare Paolo. Certo, vi sono sorprendenti motivi per essere lieti, cioè gioiosi nel profondo, perché non si tratta di allegria effimera: è Dio che si sta facendo vivo, concretamente vivo nella nostra umanità, con la nascita di Gesù.

leggi di più

dom

10

dic

2017

V domenica Avvento

Tutto il brano è incentrato sulla persona di Giovanni, il grande Testimone di Gesù,una domanda si rincorre nella I parte del vangelo di oggi: “Tu chi sei? Chi sei, dunque? Che cosa dici di te stesso?”.Ma è una domanda rivolta anche a ciascuno di noi: “Tu, uomo, tu, donna, che ti ritrovi a vivere oggi, chi sei? Che cosa dici di te stesso/a?” Cioè: “come ci poniamo di fronte a Gesù?”. E' un invito a guardarci dentro senza veli e senza risposte preconfezionate. 

leggi di più

dom

03

dic

2017

IV domenica Avvento

“Ed entrò a Gerusalemme, nel tempio .E dopo aver guardato ogni cosa attorno,  uscì verso Betania”.  Gesù  ha una meta precisa: il Tempio, il luogo santo .Gesù si guarda attorno; e  vede  la grandiosità e lo splendore. La presenza di Dio non si mostra attraverso questi segni. “Uscì” dopo aver guardato, come se fosse insoddisfatto di ciò che ha visto, “E va verso Betania” il luogo dell’amicizia, dove c’è la casa e l’ospitalità di Marta, Maria e Lazzaro, Sembra che Gesù ci voglia dire con il suo gesto che il “vero tempio” dove troviamo la presenza del Signore, è là dove si possono stringere legami di amicizia;

leggi di più

dom

26

nov

2017

III domenica Avvento

“Ma voi non avete mai ascoltato la sua voce ………. E la sua parola non rimane in voi; infatti non credete a colui che egli ha mandato”. E’ diverso l’udire dall’ascoltare: ascoltare Gesù, credere in Lui  richiede la disponibilità a convertirsi. “Lasciatevi amare da Dio!”: così potremo trascrivere la gioia del vangelo nella vita di ogni giorno, nella fragilità del nostro pur vacillante cammino.

leggi di più

dom

19

nov

2017

II domenica Avvento

Nel brano di oggi campeggia la figura di Giovanni il Battista, colui che prepara la via del Signore E predica a gran voce la conversione, cioè un cambiamento di mentalità e di condotta se si vuole accogliere il grande annuncio: “Il regno di Dio è vicino”: se non si cambia il cuore e lo sguardo non ci si accorge. Si tratta infatti di passare dall’ingiustizia alla giustizia, dall’egoismo all’accoglienza, dal proprio tornaconto all’immedesimarsi nel bisogno dell’altro. 

leggi di più

dom

12

nov

2017

I domenica Avvento

 Gesù è venuto nella  storia, a condividere le nostre difficoltà e contraddizioni, con la convinzione che il bene comunque prevale e prevarrà sul male. Nel testo di oggi ci sono parole importanti da mettere in pratica. ‘Badate che nessuno vi inganni’: attenti cioè agli idoli che deviano dalla realtà.Fate attenzione……Perseverate fino alla fine’. Cioè: resistete, siate fedeli, continuate a seminare speranza.‘Fidatevi di me, sto arrivando’ . E’ il tema dell’Avvento (che significa appunto ‘arrivo’, ‘venuta’)

leggi di più

lun

06

nov

2017

I soci di Rete Gas in visita al Prosciuttificio Marco D'Oggiono

Sabato 4 novembre alcuni soci della Rete Gas Acli Lecco (Gruppo di acquisto solidale) hanno partecipato alla visita guidata al Prosciuttificio Marco d'Oggiono.

leggi di più

dom

05

nov

2017

Festa di Cristo Re

Il brano evangelico che riguarda il dialogo-interrogatorio tra Pilato e Gesù ruota prevalentemente su due parole: “regno” e “verità”.  Alla richiesta di Pilato, Gesù ribadisce con chiarezza inequivocabile: “Il mio regno non è di questo mondo”.E poi, la “verità”. Gesù addirittura dice “chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce”.

leggi di più

mar

31

ott

2017

ACLI SERVICE LECCO seleziona personale stagionale

La società di servizi fiscali delle Acli lecchesi, convenzionata con CAF ACLI, seleziona personale per la prossima stagione delle dichiarazioni dei redditi 2018.

leggi di più

dom

29

ott

2017

II domenica dopo la dedicazione

Il capitolo 13 del vangelo di Matteo contiene vari tipi di parabole, tutte tese a far capire il grande progetto/desiderio di Dio di salvare l’umanità, liberandola dal male. Gesù ci invita a ripetere i suoi gesti, a imitare i suoi comportamenti.

leggi di più

dom

22

ott

2017

I domenica dopo la dedicazione

Il brano di oggi si trova all’epilogo del vangelo di Luca, dopo il toccante episodio di Emmaus, nel contesto del mandato missionario.La parola di Dio non agisce in modo magico: occorre ricercarla, trovarla, capirla, lasciarcene affascinare perché diventi vita della nostra vita.

leggi di più

dom

15

ott

2017

Dedicazione del Duomo di Milano

Le chiese hanno senso se richiamano alla fede, se provocano la tensione e il desiderio di conoscere e di incontrare Gesù, se diventano luogo d’incontro in cui riconoscersi come ‘figli’ dello stesso Padre e come discepoli di Gesù, se ci aiutano a pregare e a ‘fare comunione’, ‘comunità. Il Duomo è la chiesa madre che ci spinge alla conversione e che con la sua bellezza di guglie e navate altissime ci slancia in alto e ci richiama ad uscire da noi stessi e a credere anche in speranze apparentemente impossibili.

leggi di più

dom

08

ott

2017

VI domenica dopo il martirio di S.Giovanni Battista

Con tanto parlare della dignità dell’uomo e del lavoro, della preziosità dell’uomo agli occhi e al cuore di Dio, di Gesù che serve, le parole di questo vangelo sembrano contraddittorie e persino insensibili. Se allora si diceva ‘siamo servi inutili’, oggi possiamo ugualmente dire “siamo gocce che riflettono, se siamo fedeli alla nostra vocazione cristiana, l’infinito splendore dell’ Amore di Dio”.

leggi di più

dom

01

ott

2017

V domenica dopo il martirio di S.Giovanni Battista

L’amore di Dio è un atteggiamento che trae la sua forza d’essere nella tua umanità e nel tuo farti umano con gli altri e per gli altri: per amore. 

leggi di più

dom

24

set

2017

IV domenica dopo il martirio di S.Giovanni Battista

 Gesù spiega: bisogna darsi da fare “non per il cibo che non dura, ma per il cibo che rimane per la vita eterna”. Il Pane vero è quello disceso dal cielo, cioè Lui, e la caratteristica di questo pane è di dare la vita al mondo. 

leggi di più

dom

17

set

2017

III domenica dopo il martirio di S.Giovanni Battista

“Ma voi, chi dite che io sia?” La domanda di Gesù attraversa tutti i secoli e le generazioni di credenti per arrivare sino a noi: per interpellarci, per scuoterci. Chi è Gesù per noi? per me ? Un personaggio da ammirare? Un maestro di vita? Un benefattore dell’umanità?.....O Qualcuno che mi interpella sull’amore e mi trasforma verso un “oltre” inimmaginabile? E mi aiuta ad avere uno sguardo capace di cogliere le infinite tracce di bellezza e di bontà, per donarle a mia volta?

leggi di più

dom

10

set

2017

II domenica dopo il martirio di S.Giovanni Battista

Il Figlio e il Padre sono una cosa sola e si manifestano a vicenda. Quindi il “giudizio” non è delegato, come se quello del Figlio fosse diverso da quello del Padre: viene solo manifestato pienamente il volere del Padre: ci sarà un giudizio di misericordia, perché il Padre ama le sue creature.  Attenzione però a non usare la parola ‘misericordia’ come sinonimo di ‘indulgenza’ o di lassismo, perché Dio è giustizia.

leggi di più

gio

07

set

2017

I domenica dopo il martirio di S.Giovanni Battista

  Gesù accoglie gli apostoli che tornano dalla loro missione e gli raccontano quello che avevano fatto. Gesù “li prese con sé e si ritirò in disparte” quasi a volerli rassicurare con la sua presenza ed amicizia che il condividere l’annuncio del vangelo è gratificante della sua sollecitudine. Sollecitudine che è allargata anche alle folle che lo seguivano. “Prese a parlare con loro del regno di Dio”

leggi di più 0 Commenti

dom

25

giu

2017

III domenica dopo pentecoste

 Gesù, nell’odierna pagina di Vangelo, descrive a Nicodemo i due versanti attorno ai quali l’umanità si è organizzata:da un lato ci sono quelli che amano le “tenebre”, dall’altro ci sono quelli che credono e dunque sono salvati perché amano la “luce”.Tra questi due versanti vi è la discriminante, ciò che fa la differenza tra queste due modi di vivere, è la persona stessa di Cristo.

leggi di più

dom

18

giu

2017

SS. Corpo e Sangue di Cristo

 

 La Messa è il gesto con cui viviamo la Domenica, la nostra Pasqua. La domenica è la Pasqua settimanale, il giorno in cui invocare il Padre perché attraverso lo Spirito Santo, ci doni Gesù, per vivere ogni istante della settimana con Lui.“Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue dimora in me e io in lui”: nell’Eucaristia entriamo in profonda e singolarissima comunione di vita con il Signore Gesù.

leggi di più

dom

11

giu

2017

I domenica dopo pentecoste

Il vangelo di oggi, come del resto anche le altre letture della Messa, propone la riflessione e la contemplazione del nostro Dio come un Dio che è amore, cioè ricco di vita e di relazione.   È il Mistero di Dio Padre, che ci rivela attraverso Gesù, Suo Figlio, e il loro Spirito, che agisce nella storia e nel mondo e che abita in noi.

 

leggi di più

dom

04

giu

2017

Domenica di pentecoste

La parola rassicurante di Gesù -non vi lascerò orfani, verrò da voi- viene ripresa nel vangelo di oggi per ricordarci che lo Spirito, che ci ha dato e che ci dà sempre, è perché “rimanga con voi per sempre”. Difatti con il Battesimo e con l’Eucaristia (e con tutti gli altri sacramenti) lo Spirito di Dio è già nei nostri cuori: si tratta di riconoscerne la presenza. 

 

leggi di più

dom

28

mag

2017

VII domenica di Pasqua

Il racconto di Emmaus, che tanto ci prende il cuore, in realtà è una catechesi sulla resurrezione, che riguarda tutti noi e ci mette in guardia dall’ effetto miracoloso e dalla tentazione del sorvolare su questo evento, che è al centro della fede cristiana, dandolo per scontato. 

 

leggi di più

dom

21

mag

2017

VI domenica di Pasqua

“Vi lascio la pace. Vi do’ la mia pace”. Quando parla di pace Gesù specifica “la mia pace”. E la sua pace ha il sapore dell’immenso amore che ha guidato la sua vita. Perciò la pace che Gesù ci lascia è un impegno: quello di immettere nel mondo l’antidoto che ha annunciato:  l’amore .

 

leggi di più