Vita Cristiana

Dal mese di gennaio 2016, in questa sezione riportiamo il commento esegetico della liturgia domenicale, per il rito ambrosiano, elaborato da Teresa Ciccolini per le Acli Milanesi.

I precedenti contenuti della rubrica sono tratti da "VIVERE LA DOMENICA" tenuta dalle ACLI nazionali sul sito www.acli.it.

dom

02

dic

2018

III DOMENICA DI AVVENTO

“Andate e riferite….) Che cosa devono riferire i discepoli di Giovanni? “Ciò che hanno visto e udito”. Sono i gesti e i segni che Gesù compie. Gesti e segni di liberazione, sono i segni dell’azione che il Signore continua a compiere anche oggi e che molto spesso non riusciamo a vedere .

leggi di più

dom

25

nov

2018

II DOMENICA DI AVVENTO

   L’inizio del brano evangelico di oggi è l’inizio del Vangelo di Marco ed è importante inquadrare subito queste parole –“Inizio del Vangelo di Gesù Cristo Figlio di Dio- nel contesto degli ascoltatori del tempo. Marco vuole subito precisare che è davvero l’inizio di un tempo nuovo, che chiama sollecitamente ad un cambiamento di prospettiva, di mentalità, addirittura ad un rovesciamento del comune modo di pensare.

leggi di più

dom

18

nov

2018

I DOMENICA DI AVVENTO

 Il credente ha la sicurezza di una via da percorrere (“Io sono la via…” dice Gesù)Gesù dica “la vostra” perseveranza, cioè: la salvezza dipende anche da voi, nel non lasciarvi ingannare, correndo dietro a falsi maestri e a promesse illusorie.

leggi di più

dom

28

ott

2018

I DOMENICA DOPO LA DEDICAZIONE DEL DUOMO DI MILANO

   Gesù rimprovera i discepoli, perché non credono alla vita, alla possibilità di una vita che rinasce, che è segno di novità sostanziale; tra l’altro, il vangelo parla degli ‘Undici’, quelli cioè che avevano vissuto vicino a Lui durante il suo andare e il suo ‘insegnare’, il suo aver cura e cuore per ciascuno soprattutto per chi non viene abitualmente ascoltato.

leggi di più

dom

21

ott

2018

DEDICAZIONE DEL DUOMO DI MILANO

La liturgia ambrosiana oggi celebra la festa della Dedicazione del Duomo, per ricordare ai cristiani della Diocesi il loro radicamento in una Chiesa Madre Ma nel suo significato più profondo si tratta di richiamare alla mente e al cuore dei credenti di questa comunità ecclesiale il senso della loro fede e del loro “essere chiesa”.  

leggi di più